Numeri utili

UfficiInterno*at oapd.inaf.it
Responsabile Ufficio amministrativo 426
Segreteria scientifica e di Direzione 419 segreteria.sci
Ufficio tecnico 443
Centralino 411
Portineria 452
Biblioteca 455
Segreteria e Protocollo 488
Presenze 591 cartellino
Contabilità 453
Personale 417 ufficio.personale
Stipendi 466 ufficio.stipendi
Missioni 454
Economato e Patrimonio 405
* Da esterno 0039 049 829 3xxx
Fax e centralinoNumeri
Centralino 049 8293411
Fax Portineria 049 8759840
Fax Ufficio Personale 049 8293500
Fax ufficio contabilità 049 8293406
Fax Asiago pennar 0424 600023
Fax Asiago Ekar 0424 462584
LaboratoriTelefono
Optoelettronica (Munizioniere Piano Terra) 418
Integrazione (Ala Sud Piano Terra) 446
Ottica (Munizioniere Piano Terra) 401
Camera bianca (Munizioniere Piano Terra) 496
Officina (Munizioniere Piano Terra)) 456

Emergenze

Pronto intervento Carabinieri 6112
Soccorso pubblico - Emergenza 6113
Vigili del fuoco 6115
Assistenza sanitaria 6118

 


Liste interne di distribuzione

News – MEDIA INAF

Il notiziario online dell'Istituto Nazionale di Astrofisica
  • L'andamento dell’emissione di sodio attorno a Mercurio, così come osservato dalla Terra, può essere un vero e proprio campanello d’allarme nell’ambito della meteorologia spaziale planetaria e può fornire utilissime indicazioni sulla propagazione delle perturbazioni solari ben prima del loro eventuale arrivo alla Terra. Lo studio è stato guidato da Stefano Orsini dell'Inaf

  • Usando lo strumento Muse dell'Eso, alcuni ricercatori hanno scoperto una stella all'interno dell'ammasso stellare Ngc 3201 che si comporta in modo molto strano: sembra che orbiti intorno a un buco nero, il primo di massa stellare inattivo individuato all'interno di un ammasso globulare direttamente grazie alla sua attrazione gravitazionale

  • Il telescopio spaziale Hubble punta l’obiettivo su Act-Clj0102-4915, l’ammasso più massiccio, più caldo e il più grande produttore di raggi X mai scoperto nell’universo remoto. Un gigante da 3 milioni di miliardi di masse solari, fra gli obiettivi della prossima missione Jwst

  • La simulazione a più alta risoluzione mai realizzata di un buco nero in accrescimento ha dimostrato che i suoi getti relativistici “scodinzolano” con un movimento di precessione che segue l’inclinazione del disco di accrescimento attorno al buco nero stesso

  • I moti complessi della turbolenza del vento solare sono stati rappresentati con simulazioni elaborate grazie a super calcolatori, che evidenziano la comparsa di filamenti e vortici localizzati. Come ci spiega Denise Perrone, ricercatrice italiana che ha guidato il lavoro di ricerca presso l'Esa

  • Ferdinando Ferroni, Antonino Zichichi e le alte cariche dell'amministrazione abruzzese hanno accolto il Presidente della Repubblica nelle sale sperimentali all'interno del massiccio del Gran Sasso per i 30 anni dall'apertura degli storici laboratori

Vai all'inizio della pagina

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information