Materiale on-line

icoitaly

 

Prendi le Stelle nella Rete!

 

Seguici sui social network Facebook twitter

Diffusione a supporto della Didattica

polare  Polare.it - Il primo portale per la didattica dell'Astronomia

pvIl Planetario Virtuale - Un corso di astronomia interattivo per ragazzi

Divulgazione

Starchild - Il sito "storico" della NASA dedicato ai bambini più piccoli

L'Astrofisica attuale: i motivi di una rivoluzione - Un breve "viaggio" attraverso i momenti salienti dello sviluppo di questa affascinante Scienza

L'Astronomia oggi - L'Uomo e il Cielo, cosa e come si fa nell'Astronomia di oggi e cosa ha significato la messa in orbita del Telescopio Spaziale Hubble

Viaggio nel Cosmo - Tutta l'astronomia moderna in più di 300 bellissime immagini

Urania- Il primo notiziario italiano di astronomia e astronautica in Real Audio

Il volto della Luna - Storia, leggenda e mitologia del nostro satellite

Ricerca

Scienza come è fatto chi la fa? - Un progetto di ricerca sulla percezione della Scienza

PROGETTI PER NON VEDENTI

A Riveder le Stelle - il primo sito di astronomia interamente dedicato ai non vedenti (in Italiano, Inglese, Spagnolo, Bosniaco)

A TOUCH OF THE UNIVERSE - Un progetto internazionale per non vedenti in Inglese e Spagnolo a cui partecipa INAF-OAPd

Contattaci

L'astronomo risponde - Sei hai qualche dubbio, inviaci la tua domanda e cercheremo di risponderti

Prenota una videoconferenza con un astronomo o scrivici un'e-mail

News – MEDIA INAF

Il notiziario online dell'Istituto Nazionale di Astrofisica
  • La sonda europea è atterrata violentemente proprio dove era stato previsto dal team. Nel 2006 non esistevano sonde lunari in grado di rilevarne la posizione, sono stati necessari 11 anni per trovare una soluzione al mistero

  • Che l'universo si stia espandendo è ormai un fatto assodato. Ma con quale velocità? La risposta a questa domanda è invece tutt'altro che scontata, come racconta Patrizia Caraveo, direttrice dell’Inaf Iasf di Milano, in questo articolo pubblicato ieri su Il Sole 24Ore che vi riproponiamo con la sua autorizzazione

  • Ben poco si sa sulla periodicità dell’attività coronale delle stelle, osservabile ai raggi X: mancano infatti osservazioni di stelle a lungo termine in banda X. Ma c'è un'eccezione: il monitoraggio, lungo ben 15 anni, della stella HD 81809, realizzato con XMM/Newton

  • La “fotografia” che vale una vita… e proprio in quel momento qualcuno si mette in mezzo: tre anni fa, una bolla di plasma solare ha disturbato l’irripetibile osservazione del passaggio di una cometa vicinissima a Marte. Ma c’è qualcosa da imparare anche da questo, come dimostra un nuovo studio presentato al Congresso europeo di scienze planetarie, in corso a Riga

  • Il futuro è il nostro satellite naturale, che dopo anni di esplorazioni nasconde ancora molti misteri. La Luna potrebbe essere usata come un trampolino di lancio verso il futuro dell'esplorazione dello spazio profondo, magari con equipaggi umani

  • Arriva dagli scienziati della collaborazione Pierre Auger, di cui fanno parte anche ricercatori dell’Istituto nazionale di astrofisica, la prima evidenza sperimentale che i raggi cosmici di alta energia provengono da zone esterne alla nostra galassia. Antonella Castellina (Inaf): « un passo fondamentale verso la scoperta delle sorgenti delle particelle più energetiche»

Vai all'inizio della pagina

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information