INAF - Astronomical Observatory of Padova

INAF - Astronomical Observatory of Padova is one of the main structures of the National Institute of Astrophysics (INAF). The main activity of the Observatory is to perform scientific research in various  fields of Astrophysics. The Observatory also contributes to  advanced education, assists in the dissemination of knowledge and implements project of education and outreach of Astronomy.

INAF - Osservatorio Astronomico di Padova.jpg

In evidenza

Print

INAF - Osservatorio Astronomico di Padova

Event 

Title:
seminario Dr. Bradley M. Peterson
When:
14.12.2017 - 14.12.2017
Where:
Sala jappelli - Osservatorio Astronomico di Padova - Padova
Category:
Seminario

Description

Seminars

Giovedi 14 Dicembre 2017, h. 11:30 
 Aula Jappelli Osservatorio Astronomico


Bradley M. Peterson

  Department of Astronomy, The Ohio State University
 

 The Large Ultraviolet, Optical, Infrared Surveyor (LUVOIR)

ABSTRACT

LUVOIR is one of four potential large mission concepts for which the NASA Astrophysics Division has commissioned studies by Science and Technology Definition Teams (STDTs) drawn from the US astronomical community, plus 9 representatives of space agencies from other countries. Two designs are being considered, one with a 15.1-m primary that will require the future Space Launch System for deployment and the other a 9.2-m primary that will require a 5-m launch fairing. Both designs are currently envisioned as segmented Ritchey-Chretien systems that will operate at the Sun-Earth L2 point. LUVOIR will support a broad range of astrophysical, solar system, and exoplanet studies. LUVOIR will be a guest-observer-driven, upgradable facility in the tradition of the Hubble Space Telescope. Notional instruments currently under study include (1) a high-contrast optical/NIR coronagraph for imaging and spectroscopy of exoplanets in the habitable zones of nearby stars, (2) a UV imager and spectrograph with high spectral resolution and multi-object capability, and (3) a high-definition wide-field optical/NIR camera. A UV spectropolarimeter with high-resolution point-source capability is being independently studied by C-NES as a possible ESA contribution.

 

Venue

Venue:
Sala jappelli - Osservatorio Astronomico di Padova
Street:
vicolo Osservatorio 5
ZIP:
35122
City:
Padova

Description

Sorry, no description available

News – MEDIA INAF

Il notiziario online dell'Istituto Nazionale di Astrofisica
  • Nei giorni scorsi è scomparso, dopo una lunga malattia, il fisico e cosmologo Giuseppe “Bepi” Tormen dell’Università di Padova. Pubblichiamo il ricordo scritto dall’astrofisico Luigi Guzzo, suo collega e amico da sempre

  • I ricercatori hanno identificato 121 esopianeti giganti che potrebbero avere satelliti naturali abitabili: esolune potenzialmente in grado di offrire un ambiente favorevole alla vita, forse persino migliore della Terra. Lo studio su The Astrophysical Journal

  • Un nuovo studio franco-cinese mette in dubbio la necessità di contemplare l’effetto di una materia oscura per spiegare i moti stellari delle piccole galassie con poche stelle che si trovano in prossimità della Via Lattea

  • Il raro fenomeno che porta alla disgregazione delle stelle è noto come evento di distruzione mareale e si verifica quando una stella viene catturata dal buco nero supermassiccio tramite la sua invincibile attrazione gravitazionale. Non c'è scampo: l'oggetto viene fatto a pezzi e addio stella. Lo studio è stato pubblicato oggi su Science. Il commento di Marco Bondi dell'Inaf di Bologna

  • Una nuova analisi dei dati ottenuti dallo strumento italiano Vir a bordo della sonda Nasa Dawn suggerisce che la concentrazione dei composti del carbonio trovati sulla superficie del pianeta nano Cerere potrebbe essere tra il 40 e il 50 per cento, sorprendentemente più alta di quanto finora calcolato

  • La risoluzione è ancora molto bassa e la forma dell'oggetto è ancora indistinta, ma ricorda il dango, un tradizionale dolce di riso giapponese. L'Italia si occuperà della caratterizzazione mineralogica della superficie di Ryugu e per l’individuazione dei siti di atterraggio del lander Mascot

Go to top

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information