INAF - Astronomical Observatory of Padova

INAF - Astronomical Observatory of Padova is one of the main structures of the National Institute of Astrophysics (INAF). The main activity of the Observatory is to perform scientific research in various  fields of Astrophysics. The Observatory also contributes to  advanced education, assists in the dissemination of knowledge and implements project of education and outreach of Astronomy.

  • Un’esplosione da record per Ogle14-073
  • La notte europea dei ricercatori - 29.09.2017
Previous Next

Print

INAF - Osservatorio Astronomico di Padova

Event 

Title:
Seconda stella a destra. Visite guidate al cielo di Padova
When:
21.06.2017 - 21.06.2017
Where:
INAF - Osservatorio Astronomico di Padova -
Category:
Per il pubblico

Description

Seconda stella a destra. Visite guidate al cielo di Padova

17 per celebrare i 250 anni della Specola di Padova

A cura di Bas Bleu Illustration in collaborazione con INAF Padova

Mercoledì 21 giugno dal pomeriggio a mezzanotte.

Presentazione della guida per bambini Padova città di cielo, laboratori ed eventi (info su Fb e basbleuillustration.com)

Contributo richiesto

Standard: 12 euro
Famiglie (2 adulti e 2 bambini sotto i 12 anni): 20 euro
Studenti dell’Università di Padova: 8 euro

Info e prenotazioni info@basbleu.it | 388 6186656

Le prenotazioni si raccolgono fino a 2 giorni prima della data della visita guidata

A cura di Bas Bleu Illustration – www.basbleuillustration.com
Casa della Rampa, via Arco Valaresso 32, Padova

Un tour nel centro storico di Padova accompagnati da una guida professionista per scoprire cieli, stelle, pianeti che si nascondono tra i portici, sulle facciate dei palazzi, nelle piazze.

A Padova scopriamo tracce di cielo disseminate per le vie: alcune sono custodite in luoghi celebri, come il ciclo di affreschi astronomici nel Salone di Palazzo della Ragione o la rappresentazione dell’Universo nel Battistero del Duomo, altri son più nascosti, come lo scorpione scolpito su una colonna di piazza dei Signori.

La visita guidata, della durata di un’ora e mezza circa, accompagnerà in questa riscoperta della città, toccando una decina di luoghi “stellati”: da Piazza degli Eremitani passando per il Caffè Pedrocchi, fino all’Orologio di Piazza dei Signori.

Le visite guidate seguono il percorso della guida Padova, seconda stella a destra, realizzata da Bas Bleu Illustration in collaborazione con Leopoldo Benacchio, astronomo ordinario di INAF – Osservatorio di Padova.

Sono possibili due itinerari, leggermente diversi per percorso, uno a piedi e uno in bicicletta.

Venue

Venue:
INAF - Osservatorio Astronomico di Padova

Description

Sorry, no description available

News – MEDIA INAF

Il notiziario online dell'Istituto Nazionale di Astrofisica
  • La sonda europea è atterrata violentemente proprio dove era stato previsto dal team. Nel 2006 non esistevano sonde lunari in grado di rilevarne la posizione, sono stati necessari 11 anni per trovare una soluzione al mistero

  • Che l'universo si stia espandendo è ormai un fatto assodato. Ma con quale velocità? La risposta a questa domanda è invece tutt'altro che scontata, come racconta Patrizia Caraveo, direttrice dell’Inaf Iasf di Milano, in questo articolo pubblicato ieri su Il Sole 24Ore che vi riproponiamo con la sua autorizzazione

  • Ben poco si sa sulla periodicità dell’attività coronale delle stelle, osservabile ai raggi X: mancano infatti osservazioni di stelle a lungo termine in banda X. Ma c'è un'eccezione: il monitoraggio, lungo ben 15 anni, della stella HD 81809, realizzato con XMM/Newton

  • La “fotografia” che vale una vita… e proprio in quel momento qualcuno si mette in mezzo: tre anni fa, una bolla di plasma solare ha disturbato l’irripetibile osservazione del passaggio di una cometa vicinissima a Marte. Ma c’è qualcosa da imparare anche da questo, come dimostra un nuovo studio presentato al Congresso europeo di scienze planetarie, in corso a Riga

  • Il futuro è il nostro satellite naturale, che dopo anni di esplorazioni nasconde ancora molti misteri. La Luna potrebbe essere usata come un trampolino di lancio verso il futuro dell'esplorazione dello spazio profondo, magari con equipaggi umani

  • Arriva dagli scienziati della collaborazione Pierre Auger, di cui fanno parte anche ricercatori dell’Istituto nazionale di astrofisica, la prima evidenza sperimentale che i raggi cosmici di alta energia provengono da zone esterne alla nostra galassia. Antonella Castellina (Inaf): « un passo fondamentale verso la scoperta delle sorgenti delle particelle più energetiche»

Go to top

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information